ABOUT

Lingfen & Erik

WhatsApp Image 2022-01-05 at 17.55.56.jpeg

LINGFEN

Chef e ideatrice del progetto è Lingfen, per amici e colleghi Ling. Nata in Cina, tra le montagne dello Zhejiang nel lontano 1991, a cinque anni arriva in Italia, Bologna, la città in cui è cresciuta. Dopo il diploma al liceo classico Minghetti, si trasferisce a Venezia per frequentare la Facoltà di Istituzioni Giuridiche ed Economiche dell’Asia Orientale. In seguito, ottiene un Master in International Management all’ICN Business School di Nancy.

Ha lavorato come cameriera, come commessa, e come commerciale estero per diverse aziende italiane.

La strada sembrava già delineata, dalla società e anche da lei stessa: cosa si può desiderare di più dalla vita per chi è partito senza niente se non la sicurezza di un posto fisso ben stipendiato? Eppure, ci doveva essere qualcosa di più…

Durante la pandemia, nell’estate del 2020, ha deciso di lasciare il “sicuro” posto fisso per seguire un sogno: il sogno di poter lavorare cucinando, sapendo che se lavori per passione non lavorerai un singolo giorno della tua vita, con il chiaro obiettivo di voler creare piatti multiculturali, lottando contro le etichette etniche che sempre si attaccano ai locali.

Il tutto ha inizio dai ravioli, più sicuri, più comfort food, per poi arrivare a piatti più sperimentali, più azzardati e fuori dagli schemi mentali etnici.

Ecco così che frequenta una scuola di Alta Cucina Italiana– la Food Genius Academy di Bologna- dove apprende le tecniche di una cucina professionalizzante, e in seguito diventa stagista presso il ristorante Vicolo Colombina, Bologna, recensito dalla guida Michelin 2020.

ERIK

E’ il braccio destro di Lingfen, compagno nella vita e negli affari.

È anche e soprattutto grazie a lui che il progetto Ling’s Ravioleria Migrante si è concretizzato.

E’ stato colui che – per dirla alla Frida Kahlo-  ha appoggiato Lingfen nel suo volo e nel suo sogno e non l’ha fatta cadere. Ex manager presso aziende, poliglotta (conosce e parla fluentemente 6 lingue!!), papà modenese e mamma francese, della Bretagna, cresciuto sulle montagne dell’Appennino tosco-emiliano, è attualmente studente magistrale di Archeologia presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna.